domenica 22 dicembre 2013

Gli Auguri di Bernardo Lanzetti



Bernardo Lanzetti ringrazia tutti i fans augurando serene feste di Natale, una buona fine d’anno e il miglior inizio possibile.


E che l’anno nuovo porti pace, serenità, miglioramento e… tanta buona musica!



martedì 26 novembre 2013

Kennedy, il Sogno è ancora vivo



Applausi al cast e a un sorprendente Fermi, il 21 novembre a Piacenza

di ELEONORA BAGAROTTI

Qanta emozione può esserci dentro a un sogno? Infinita. E quel sogno, The dream – che fu Martin Luther King a declamare, nel suo discorso sull’uguaglianza tra gli uomini tenuto il 28 agosto 1963 a Washington - diviene il vero e protagonista, nonché titolo, della pièce multimediale che ha celebrato l’altra sera, in un Teatro dei Filodrammatici tutto esaurito, il 50° anniversario dell’assassinio di J. F. Kennedy. Ma il sogno è anche quello di chi quello spettacolo lo ha scritto, interpretato e realizzato. E l’emozione è stata la spinta per imbastire «un gioco di scatole cinesi» - così l’ha definito la regista Carolina Migli Bateson, già collaboratrice con “noveteatro”, ente di produzione teatrale che si occupa di formazione, teatro civile e produzione di spettacoli di drammaturgia contemporanea italiana ed internazionale – ideato da un brillantemente inconsueto Alberto Fermi, nel ruolo di credibilissimo narratore-alter ego, non solo per la sua somiglianza con lo stesso Kennedy (le parti in video, realizzate con un ombra che gli taglia il viso a metà, la sottolineano ancor di più) ma per la spontaneità con cui ha calcato il palcoscenico, nella parte finale. Oltre al lavoro di sceneggiatura, Fermi ha chiamato al suo fianco due baldi moschettieri: lo storico coltissimo Stefano Pareti e l’appassionato musicofilo Alberto Dosi. Di per sé, già un’ottima scelta se non fosse stata ulteriormente arricchita dalla presenza di Bernardo Lanzetti, voce unica nel panorama musicale - e non ci riferiamo solo alle sue celebratissime esperienze con Acqua Fragile e P. F. M. bensì al presente, un oggi che lo vede sfornare un nuovo album live intitolato Vox 40 - Forty years of voice impossible.
Il palco è animato da quattro validi attori, ciascuno con caratteristiche proprie: Doris Awuah, che ha vinto con naturalezza il suo debutto nel ruolo di una donna di colore che si prende un giorno libero per portare il suo bambino a Dallas e fargli vedere Mr. President; poi i very professional Roberto Bernasconi e Daniele Dall’Olio, rispettivamente un poliziotto che si prepara all’evento di Dallas, commentando con la moglie l’arrivo di Kennedy, e un anti-kennedyano convinto, che tuttavia resterà infine sbigottito dagli spari. Su tutti, si è levata la grazia sensibile di Sarah Patané. Un parterre che, probabilmente, avrebbe potuto avere più spazio, anche se il buon lavoro di ricerca
e assemblamento video di repertorio (e non) realizzato da Roberto Dassoni ha accompagnato tutta la durata della messa in scena, fino a un finale meno suggestivo della scena dell’omicidio ma volutamente aggressivo: una carrellata di immagini che vanno dal giorno dell’omicidio fino al 2013 - fanno capolino svariati Steve Jobs e persino un Lucio Dalla con cappellino. La regia di Migli Bateson, aiutata dietro le quinte da Manuel Navati e dai tecnici Alessandro e Davide al design luci, è pulita ed essenziale. I momenti più toccanti sono quelli in cui si leva la voce di Lanzetti: Dylan all’inizio e alla fine (con i saluti e i ringraziamenti corali dal palco ai patrocinanti: Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, Editoriale Libertà, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Gorbaciov e, soprattutto, Robert Kennedy Center for Justice & Human Rights), passando per Springsteen e Tracy Chapman. Certo, il saluto di Obama che cammina sorridente colpisce e ci dice che quel sogno è diventato realtà. Ma ci sono ancora troppe guerre e disuguaglianze, nel grande e nel piccolo quotidiano. Per questo, e soprattutto per questo, vale la pena continuare a coltivarlo, quel Sogno.


L'articolo originale-cliccare sopra l'immagine per ingrandire


lunedì 25 novembre 2013

Lanzetti: «Il mio omaggio al grande JFK»


L’ex voce della PFM al “Filo” per lo spettacolo “The dream” dedicato a Kennedy

L’articolo a seguire è di Elena Bagarotti, un’ introduzione/ intervista a Bernardo che ha anticipato The Dream”, lo spettacolo andato in scena a Piacenza il 21 novembre, al Teatro dei Filodrammatici, a ricordo dei 50 anni dalla scomparsa di John Kennedy.
A fine post è presente l’immagine dell’articolo originale, ingrandibile a colpi di clic.

Se esiste un musicista ideale per una performance dedicata a John Fitzgerald Kennedy come The dream - in scena stasera alle 21.15 con ingresso gratuito al Teatro dei Filodrammatici su un’idea di Alberto Fermi, Stefano Pareti e Alberto Dosi, con la regia di Carolina Migli Bateson, i video di Roberto Dassoni e l’interpretazione di Doris Awuah, Roberto Bernasconi, Daniele Dall’Olio e Sarah Patané -, di sicuro risponde al nome di Bernardo Lanzetti. 

Dice Bernardo: «Tantissimi motivi mi hanno spinto a partecipare a questo evento. Prima di tutto Kennedy è stato un modello per tutta la mia generazione. Io sono del ’48 e ricordo benissimo il giorno del suo assassinio: ero in ospedale per un piccolo problema e la notizia mi sconvolse. In più sono da sempre appassionato di musica americana, quella dei cantautori impegnati»

Lanzetti, una delle voci più importanti degli anni ’70, prima con gli Acqua Fragile e poi con la PFM, è reduce da un concerto che ha fatto il sold out a Parma e sta andando in tour. E’ imminente l’uscita del live Forty years of voice impossible. La sua partecipazione a The dream – patrocinato da Fondazione Gorbaciov, Editoriale Libertà, Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, Fondazione di Piacenza e Vigevano e soprattutto dal Center For Justice & Human Rights Robert F. Kennedy - è molto sentita.

Torniamo al tuo rapporto con l’America in quel periodo... 
«Lindon Johnson, che era texano e divenne presidente dopo Kennedy, non rappresentava il suo stesso messaggio. Ed io, che andai con una borsa di studio in Texas, per questo rifiutai di stringergli la mano, mi defilai... oggi mi sembra un gesto un po’ infantile ma allora fui l’unico borsista a non volerlo incontrare. Per me è un onore poter cantare nello spettacolo su Kennedy così come parlarne ai lettori che magari stanno leggendo queste parole».

Non vogliamo svelare i brani di “The dream”ma il loro significato sì.
«Citiamo almeno Bob Dylan, che ho omaggiato in passato, così come Peter, Paul and Mary e il Nebraska di Springsteen, di cui ho tradotto i testi scarni (Lanzetti è l’unico traduttore italiano riconosciuto dal management di Bruce, ndr). Ho cantato anche il blues degli anni ’50. Questa musica porta con sé un messaggio a favore dei diritti civili». 

Invece di fermarsi al passato, magari con una di quelle reunion autocelebrative tanto in voga, ti sei spinto oltre. Questo è rischioso per un artista.
«Mi riconosco nella figura dello sperimentatore, tanto che ho interpretato anche i musical classici e cantato in inglese, francese, in spanglish e in greco antico, curando la metrica. Questo rende difficile collocarmi, d’altro canto amo sperimentare».

Un nuovo album e un tour. Cosa offre ancora il futuro?
«Ho preso le musiche degli Acqua Fragile e chiamato un’orchestra di tanghi argentini. All’epoca ci accusarono di copiare i Genesis, ora sfido chiunque a riascoltare quei brani che riproporremo, a dimostrazione del contrario, sia a livello di melodie che di armonie».

Com’è cambiato il tuo mestiere dagli anni ’70?
«Non c’è paragone. Allora la musica ti permetteva di vivere, oggi non conosco nessuno sotto i 40 anni che non faccia musica come hobby, mantenendosi in altro modo. La cosa triste è che ora si inventano personaggi che non danno nulla alla musica, la musica è funzionale al loro diventare personaggi. E c’è più disonestà. YouTube e internet permettono di trovare tutto, facendo razzie. I Beatles, i Led Zeppelin e altri grandi hanno sempre avuto l’onestà di ammettere che si rifacevano al blues o alla musica del passato. E possiedono bootleg di Springsteen che rifà più di 100 cover. Oggi nessuno lo ammette più e questo mi dà dispiacere. Tra l’altro, un rapper americano ha utilizzato un brano degli Acqua Fragile con la mia voce. La casa discografica è la stessa, quindi non posso farci niente. Se però fosse accaduto il contrario, avrei già in casa i carabinieri! ».



mercoledì 20 novembre 2013

BERNARDO LANZETTI “VOX 40”


November29…

BERNARDO LANZETTI “VOX 40
(CD+DVD DIGIPACK)
Distribution MARACASH Records


Back in 1973, Bernardo Lanzetti , with the band "Acqua Fragile", recorded the famous self-titled album that has become a cult.
This year, to celebrate forty years of music and voice, an important and significant event has been created: the concert VOX 40, held on 28th May 2013 at the Park Theatre (Parma, Italy).

In this concert, the long career of Bernardo Lanzetti was rivisited throughout, with many guests and friends, mainly focusing on progressive material.  
One of the highlights has been “Acqua Fragile per Orchestra” where Tango Spleen, a small orchestra conducted by pianist Mariano Speranza, usually devoted to Argentinian Tangos, has been performing Acqua Fragile music turning out to be a very successful Prog experiment, a very unique sound also supported by original AF members Franz Dondi and Piero Canavera.
The other key features were, of course Bernardo’s “voice impossible” on PFM tracks backed up by the “Chocolate Kings Band” with special guest Franco Taulino (Beggar’s Farm) on flute, as well as avant-garde  episodes including the  reknown  Glovox  and some of the latest “CCLR” songs.

VOX 40 has been recorded in audio and video and is now available in a box set collecting the CD “Acqua Fragile per Orchestra” as well as the full concert DVD plus a 16 page booklet to testify the long and articulated event, gathering on stage Bernardo Lanzetti and 23 fine different musicians.


Picture by Renzo De Grandi

VOX 40 - “Forty Years of Voice Impossible”

Performed Live at Teatro al Parco, Parma, Italy, May 28, 2013

Acqua Fragile per Orchestra: 1 -“Acqua Tango Medley, 2 -“Cosmic Mind Affair”, 3 - “Professor”, 4 – “Bar Gazing”, 5 – “Mass Media Stars”, 6 – “Education Story”, 7 – Going Out”, 8 – “Comic Strips”, 9 – “Morning Comes”.

Line up:
Bernardo Lanzetti & Tango Spleen Orquesta - Mariano Speranza, conductor and piano - Andrea Marras, violin - Elena Luppi, viola - Gian Luca Ravaglia, upright bass - Silvio Jara, guitar & percussions - Francesco Bruno, bandoneon - Anna Palumbo, percussions - Bernardo Lanzetti, lead vocals and acustic guitar
plus: Adrian Ensemble String Quartet: Jacopo Cavalli, violin - Cecilia Bolognesi, violin - Davide Berselli, viola - Paola Herbertson, cello.
Anna Barbazza - Alex Giallombardo, backing vocals. Special guests: Piero Canavera, drums - Franz Dondi, electric bass

Eclectic CCLV: 1 – “Hylas & The Nymph”, 2 – “Words Got The Power”, 3 – “The Late Hour”.

Line up:
Bernardo Lanzetti, lead vocals and “glovox” - Gigi Cavalli Cocchi, drums - Enzo Frassi, upright bass - Pierpaolo Vigolini, piano.

Chocolate Kings: 1 – “La Carrozza Di Hans”, 2 - “Dolcissima Maria”, 3 - “Paper Charms”, 4 – “Traveler, 5 – “Harlequin”, 6 – “Chocolate Kings”, 7 – “Impressioni di Settembre”, 8 - “Red Vertigo”, 9 – “William Tell Overture”, 10 – “ E’ Festa/Celebration”.

Line up:
Bernardo Lanzetti lead vocals and “glovox” - “Chocolate Kings” Prog Tribute Band: Maurizio Colori, bass - Giulio Sirci, drums - Matteo Settepani, guitars - Laurence Cocchiara, violin - Michele Sanchini, keyboards. Special Guest: Franco Taulino, flute and recorder.

VOX 40. Live Show- Produced by Amnerys Bonvicini & Bernardo Lanzetti
Audio Tracks -Produced by Bernardo Lanzetti
Video DVD - Produced by Bernardo Lanzetti & MARACASH Records.


DVD del VOX 40: disponibile dal 29 novembre


Il 28 maggio scorso, il Teatro al Parco di Parma è stato testimone di una memorabile performance denominata VOX 40, ideata dall’assoluto protagonista, Bernardo Lanzetti, ma arricchita e alimentata da “attori” di eccezione.
Quella sera i desiderosi di partecipare all’evento live furono superiori alla capacità di accoglienza del teatro e molti amanti della musica di Lanzetti non trovarono spazio.

Per queste persone, per chi era presente e vuole rivivere momenti emozionanti, per chi era lontano migliaia di chilometri, per tutti gli appassionati della qualità musicale, nasce ora la possibilità di colmare un vuoto e di appropriarsi della celebrazione della voce, quella di Bernardo, utilizzata per raccontare la storia di oltre 40 anni di suoni, di avanguardia, di talento e di pionierismo sonoro.

Fotografia di Renzo De Grandi

Il 29 novembre è la data prevista per il rilascio di …

BERNARDO LANZETTI “VOX 40”
(CD+DVD DIGIPACK)
Distribuzione MARACASH Records

Nella primavera del 1973, Bernardo Lanzetti, con il gruppo “Acqua Fragile”, registrava l’album omonimo che dava il via alla carriera artistica della principale voce rock italiana. Per celebrare i quarant’anni di musica e di voce trascorsi da allora, è stato organizzato un importante e significativo concerto denominato “VOX 40”, realizzato il 28 maggio 2013 al Teatro Al Parco di Parma.
Obiettivo del concerto è stato quello di ripercorrere la lunga carriera artistica di Bernardo Lanzetti, con tanti ospiti e amici che hanno voluto sottolineare con la loro presenza le tappe significative di un lungo percorso che appare ancora in evoluzione.
Uno dei momenti più intensi è stato “Acqua Fragile per Orchestra” ovvero la rivisitazione delle musiche dell’”Acqua Fragile” da parte della “Tango Spleen”, la piccola orchestra classico/moderna del pianista e direttore Mariano Speranza, solitamente specializzata in tanghi argentini, ma qui rivelatasi molto Prog nel sound, che si è avvalso anche dell’intervento di Franz Dondi e Piero Canavera, membri originali della leggendaria Acqua Fragile.
Altro elemento caratterizzante è quello legato alla presentazione delle musiche PFM eseguite dalla “Chocolate Kings Band” - con l’ospite Franco Taulino (Beggar’s Farm) al flauto - che ha messo in evidenza la conosciuta “voce impossibile” di Bernardo, ma risultano indimenticabili anche gli episodi d’avanguardia, come quello legato all’utilizzo del Glovox, nonché le ultime avventure targate “CCLR”.
Il VOX 40 è stato registrato in audio e video ed è ora disponibile in confezione cofanetto che raccoglie il CD audio di “Acqua Fragile per Orchestra” nonché il DVD di tutto il concerto, e un libretto di 16 pagine che testimonia, in dettaglio, tutto il lungo ed articolato evento che ha visto sul palco Bernardo Lanzetti con 23 musicisti.




VOX 40 “Forty Years of Voice Impossible”

Performed Live at Teatro al Parco, Parma, Italy May 28, 2013

Acqua Fragile per Orchestra: 1 -“Acqua Tango Medley, 2 -“Cosmic Mind Affair”, 3 - “Professor”, 4 – “Bar Gazing”, 5 – “Mass Media Stars”, 6 – “Education Story”, 7 – Going Out”, 8 – “Comic Strips”, 9 – “Morning Comes”.

Line up:
Bernardo Lanzetti & Tango Spleen Orquesta - Mariano Speranza, conductor and piano - Andrea Marras, violin - Elena Luppi, viola - Gian Luca Ravaglia, upright bass - Silvio Jara, guitar & percussions - Francesco Bruno, bandoneon - Anna Palumbo, percussions - Bernardo Lanzetti, lead vocals and acustic guitar
plus: Adrian Ensemble String Quartet: Jacopo Cavalli, violin - Cecilia Bolognesi, violin - Davide Berselli, viola - Paola Herbertson, cello.
Anna Barbazza - Alex Giallombardo, backing vocals. Special guests: Piero Canavera, drums - Franz Dondi, electric bass

Eclectic CCLV: 1 – “Hylas & The Nymph”, 2 – “Words Got The Power”, 3 – “The Late Hour”.

Line up:
Bernardo Lanzetti, lead vocals and “glovox” - Gigi Cavalli Cocchi, drums - Enzo Frassi, upright bass - Pierpaolo Vigolini, piano.

Chocolate Kings: 1 – “La Carrozza Di Hans”, 2 - “Dolcissima Maria”, 3 - “Paper Charms”, 4 – “Traveler, 5 – “Harlequin”, 6 – “Chocolate Kings”, 7 – “Impressioni di Settembre”, 8 - “Red Vertigo”, 9 – “William Tell Overture”, 10 – “ E’ Festa/Celebration”.

Line up:
Bernardo Lanzetti lead vocals and “glovox” - “Chocolate Kings” Prog Tribute Band: Maurizio Colori, bass - Giulio Sirci, drums - Matteo Settepani, guitars - Laurence Cocchiara, violin - Michele Sanchini, keyboards. Special Guest: Franco Taulino, flute and recorder.

VOX 40. Live Show- Produced by Amnerys Bonvicini & Bernardo Lanzetti
Audio Tracks -Produced by Bernardo Lanzetti
Video DVD - Produced by Bernardo Lanzetti & MARACASH Records.

mercoledì 13 novembre 2013

Bernardo Lanzetti... presto news!


Grosse novità in casa Lanzetti, ma… un po’ di suspense non guasta.

Certo che il ragazzo “americano” cerchiato nella foto ne ha fatta di strada!!!

mercoledì 16 ottobre 2013

Auguri Amneris...



Compie oggi gli anni Amneris Bonvicini, donna la cui immagine è indissolubilmente legata a quella di Bernardo Lanzetti.

Accanto ad un grande uomo c’è sempre una grande donna…  frase retorica? Forse, ma conoscendo i due soggetti, almeno per questa volta possiamo abbracciare tranquillamente il luogo comune!


Auguri Amneris!

lunedì 30 settembre 2013

Bernardo Lanzetti e Tolo Marton a Venezia



Nuovo importante appuntamento per Bernardo Lanzetti, questa volta in compagnia di un chitarrista fantastico, Tolo Marton, in un contesto di prestigio, lo spazio espositivo Zanardi, a Venezia, il 4 ottobre.


A Venezia, presso gli splendidi spazi espositivi di Cà Zanardi, dal 4 al 25 ottobre 2013 (durante la biennale d’architettura) Fausto Brozzi organizza una mostra d’arte che vedrà la presenza di 33 artisti da tutto il mondo.  Pittura, scultura, fotografia, design e letteratura ovvero tutte le forme di arte intese nella sua forma migliore. 
Una mostra unica, nata dalla prima esperienza nell’anno 2011 di “World art in Venice” che ha registrato la presenza di 2.500 visitatori internazionali in soli 15 giorni.
Gli artisti presenteranno le loro opere più importanti in un contesto pieno di fascino ed attrazione, nello splendore della Venezia antica.  Vedremo quello che gli altri non vedono e sentiremo quello che gli altri non sentono, vibrazioni, pensieri ed emozioni degli artisti che saranno presenti durante l’inaugurazione il giorno 4 ottobre alle ore 18,00. 

Fausto Brozzi è un artista che espone in tutto il mondo e che ama l’unione - e la messa in evidenza - delle Arti, senza distinzione alcuna, e che non pensa alla creazioni di punti esclusivi, di nicchia, ma al contrario cerca la condivisione, come solitamente fa chi è mosso da passione.
Ho chiesto a Fausto il motivo del coinvolgimento di due grandi artisti in campo musicale, Bernardo Lanzetti e Tolo Marton e queste sono le sue considerazioni…


La mostra che propongo è particolare e diversa dalle solite rassegne; sono individuate forme d'arte che solitamente non vengono riconosciute tali, perciò la voce di Bernardo Lanzetti e la chitarra di Tolo  Marton, se considerate separatamente,  sono per me una forma d'arte. Avranno un loro spazio, all’interno del quale potranno esprimersi in totale libertà. Trovo che la vocalità di Bernardo sia arte, così come la valenza chitarristica di Tolo, per cui faranno una performance atta ad amplificare al pubblico il concetto di voce e chitarra. Analogamente  a quanto accade per gli altri artisti… esporranno il loro talento!

INFO:





martedì 24 settembre 2013

Bernardo Lanzetti al JAM BURRASCA


Sono solito descrivere i concerti a cui assisto, cercando di captarne l’atmosfera, ancor più che l’evento in sé.
Avrei voluto essere a Santa Margherita Ligure il 21 settembre, luogo in cui ha fatto tappa la JAM BURRASCA creata da Franco Malgioglio, ma non mi è stato possibile, e allora ho optato per una serata pre-evento, con l’opportunità di salutare qualche amico e di vivere una serata diversa dalla norma.
Sono sempre stato sensibile all’esperienza … “dietro le quinte”, e tutte le volte che mi è stato possibile viverne qualcuna ne ho evidenziato i contorni, almeno quelli da me captati.
Da quanto ho appreso, il concerto è stato un successo,  ma anche il preludio - purtroppo l’unico momento che posso raccontare - mi ha lasciato una grossa soddisfazione, un po’ per l’armonia e la serenità dei protagonisti e un po’ per la vicinanza di una buona fetta di storia musicale, elemento che da sempre mi affascina. Certo è che la costa ligure, in quel preciso punto, ha qualcosa di magico che ben si accompagna alle alchimie di cui solo la musica è capace.
Tanti i protagonisti, probabilmente molti di più il giorno dopo, all’ Anfiteatro Umberto Bindi, ma il filmato a seguire potrà fornire un’idea della valenza e importanza dei nomi, da Ronnie Jones a Simon Luca, da Tonino e Livio dei Camaleonti a Gino Santercole, da Gianni Dall’Aglio a Paki dei Nuovi Angeli. E poi due “pezzi “ di PFM, Bernardo Lanzetti e Giorgio “Fico” Piazza.
E con tale gente la musica improvvisata non poteva mancare, e così una cena di fine estate, più o meno “sitting of the dock of the bay”, si è trasformata in un piacevole momento da ricordare.
Il video a fine post fornirà sintetizzerà meglio il mio pensiero.

Ma che cosa è il JAM BURRASCA?

Dal comunicato ufficiale…
Ideata da Franco Malgioglio, la jam session itinerante, che da quest’anno si fregia del titolo di Onlus, ha ospitato, in più di quattro anni di attività nei più famosi live music club del nord Italia, oltre settecento artisti tra i quali hanno figurato anche Fabio Concato e Tullio de Piscopo. L’evento musicale è sempre abbinato a raccolte fondi a scopo benefico per sostenere cause sociali e svariate organizzazioni no-profit. L’impegno degli organizzatori e l’adesione totalmente gratuita da parte degli artisti attribuisce all’evento Jam Burrasca nuove sfumature di solidarietà nei confronti di chi necessità di aiuti, sia economici, che sociali.

Questo era il programma della serata…

Jam Burrasca vedrà infatti alternarsi sul palco Maurizio Vandelli, storica voce degli Equipe 84, i Camaleonti, Gabriele Lorenzi della Formula 3, Gian Pieretti, Paki, Donatello, Gino Santercole, Gianni dall’Aglio del clan Celentano, Marco Ferradini, Ronnie Jones, Giorgio Fico Piazza e Bernardo Lanzetti, rispettivamente ex bassista e voce della PFM, i genovesi Roberto Tiranti e Marco Zoccheddu e, ovviamente, il patron Franco Malgioglio.

L’organizzazione specifica…

L' Associazione OVERJOY, attiva dal 2012, ha come scopo principale di promuovere eventi culturali  con il desiderio e l’obiettivo di poter essere utili al prossimo.  Nascono così iniziative musicali i cui proventi sono destinati a progetti ben definiti: lo scorso anno, infatti  in collaborazione con l'associazione Leonardo Onlus sono stati acquistati dei veicoli per l'assistenza domiciliare pediatrica dell’Istituto Giannina Gaslini. L’amicizia con Roberto Tiranti, il sostegno del Comune di Santa Margherita Ligure e l' incontro con Franco Malgioglio – sottolineano gli organizzatori - sono un ulteriore fase di questo percorso. I protagonisti, che intervengono a titolo gratuito, sono i nostri compagni di strada.


Pianificazione impegnativa e duro lavoro da parte di un cospicuo gruppo di appassionati di musica… non resta che ringraziare e non mancare alle prossime puntate!

Un pò di riassunto...

lunedì 23 settembre 2013

Una immagine del JAM BURRASCA...



Un tuffo al  cuore vedere assieme sul palco Bernardo Lanzetti e Giorgio “Fico” Piazza, tanti i ricordi e gli agganci a storie di vita e di musica importanti.
L’immagine è datata 21 settembre, giorno in cui è andata in scena una nuova puntata del JAM BURRASCA di Franco Malgioglio,  nell’occasione a Santa Margherita Ligure.

A breve un resoconto del… giorno precedente.  Anomalo? Forse, ma anche una serata di relax può regalare qualche sorpresa!

mercoledì 18 settembre 2013

Bernardo Lanzetti al Jam Burrasca...


                                                           Foto di Renzo De Grandi

Bernardo Lanzetti al  Jam Burrasca...

Santa Margherita Ligure - 21 settembre - Anfiteatro Umberto Bindi – ore 20.30

Sabato 21 settembre, a partire dalle 20.30, la JAM BURRASCA, jam session benefica e itinerante creata da Franco Malgioglio, animerà l’anfiteatro Umberto Bindi di piazza Martiri della Libertà a Santa Margherita Ligure con uno spettacolo unico nel suo genere. Un succedersi di ritmi rock, blues, funky e jazz, oltre 60 artisti coinvolti e un minimo comune denominatore: la passione per le 7 note e per la sperimentazione.


Jam Burrasca vedrà infatti alternarsi sul palco Maurizio Vandelli, storica voce degli Equipe 84, i Camaleonti, Gabriele Lorenzi della Formula 3, Gian Pieretti, Paki, Donatello, Gino Sant’Ercole, Gianni dall’Aglio del clan Celentano, Marco Ferradini, Ronnie Jones, Giorgio Fico Piazza e Bernardo Lanzetti, rispettivamente ex bassista e voce della Pfm, i genovesi Roberto Tiranti e Marco Zoccheddu e, ovviamente, il patron Franco Malgioglio. 

martedì 17 settembre 2013

Bernardo Lanzetti e la Chocolate Kings Prog Tribute Band a Lugagnano, di Marco Pessina



Resoconto della serata di Marco Pessina, fotografie di Renzo De Grandi

Grande entusiasmo ha suscitato il concerto di Bernardo Lanzetti al Club Il Giardino di Lugagnano (VR), sabato 14 settembre, che ha di fatto sancito l'apertura ufficiale del locale per la stagione autunnale! Accompagnato da un'ottima band, l'artista ha rivisitato il periodo progressivo della Premiata Forneria Marconi come ama chiamarla lui, col nome originale prima dell'abbreviazione degli anni '80 in PFM. Le doti vocali di Bernardo sono rimaste intatte nel tempo e gli consentono prestazioni virtuose come quella del Giardino! Esecuzione quasi integrale di Chocolate Kings con la sola eccezione di From Under! Si sono finalmente sentiti dal vivo brani come Paper Charms e Harlequin, che per anni sono stati ignorati dalla PFM stessa. Non sono mancati riferimenti ai brani storici come Impressioni di Settembre, Dove e Quando, La Carrozza di Hans e Dolcissima Maria. La band ha risposto in modo superlativo, assecondando da par suo Bernardo in un crescendo Rossiniano e il caso di dirlo, vista l'esecuzione della celebre Ouverture del Guglielmo Tell a cui ha fatto seguito Celebration! Ottima anche Traveler da Jet Lag con un lungo "assolo" di Bernardo nel mezzo del brano col famosissimo guanto appoggiato alle corde vocali, il Glovox. Molto apprezzati anche gli aneddoti storici fra un brano e l'altro, che l'artista ha elargito a un pubblico attento, partecipe e divertito. Non sono mancati i ricordi di artisti quali Claudio Rocchi, momento toccante in cui Bernardo si é commosso, e la dedica di Maestro della voce a Demetrio Stratos. Applausi e finale con il pubblico entusiasta a salutare Bernardo e i Chocolate Kings. Un buon concerto di un uomo che non ha perso la verve e la voglia di stupire ancora divertendosi e facendo divertire la gente, che non aspettava di meglio. Grazie Bernardo!



lunedì 9 settembre 2013

Bernardo Lanzetti al Club Il Giardino-La Voce Impossibile


La Voce Impossibile

Il 14 di settembre il 
Club il Giardino di Lugagnano, Verona, ospita un artista di eccezione, Bernardo Lanzetti, che con l’ausilio della Chocolate Kings Prog Tribute Band presenterà un tributo alla PFM.

Qualche nota biografica di Bernardo.

Prima con il gruppo Acqua Fragile e poi con la P.F.M., Bernardo Lanzetti è stato, negli anni ’70, una delle voci più importanti del Rock Progressivo, sia in Italia che all’estero. Successivamente ai concerti in Giappone, Canada, Regno Unito e USA, negli anni ’80, parallelamente all’attività come solista, si è dedicato alla ricerca e sperimentazione voce/elettronica, giungendo ad inventare un dispositivo chiamato “Glovox”, ovvero un guanto munito di sensori che portato alla gola permette di captare e processare le vibrazioni delle corde vocali.
In seguito l’artista è stato attivo in avventure teatrali come vocalist ed attore, lavorando con il Teatro Delle Briciole ed il Teatro Due di Parma, nonché il Teatro Arsenale di Milano. Ricordiamo anche le sue partecipazioni a produzioni, in forma di oratorio, delle opere più significative del ‘900, quali “L’Opera da Tre Soldi” di K.Weill e B.Brecht, “Porgy & Bess” di G.Gershwin e “West Side Story” di L.Bernstein.
Numerose le collaborazioni di Lanzetti con artisti del calibro di Giorgio Gaslini, Ivano Fossati, Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Alberto Radius e gruppi come gli Extra, Mangala Vallis, CCLR, fino a giungere a performance d’avanguardia con il musicista di classica/contemporanea Maurizio Pisati. Scelto dal management di Bruce Springsteen come traduttore ufficiale italiano dell’album “Nebraska”, Bernardo ha tradotto anche dialoghi per film di culto tra cui “Pushing Hands” del premio Oscar Ang Lee.
Performer della voce e della parola, Bernardo Lanzetti, nel 2008 ha registrato una serie di composizioni in cinque lingue, compreso il greco antico, raccolte in un nuovissimo album dal titolo “ECLECTICLANZ”, un opera molto articolata che unisce musica, testi, sperimentazioni, arte grafico/pittorica, tessuti e moda, rimescolando generi diversi come il classico/sinfonico, l’avanguardia e il rock-blues. Nel 2010 vedono la luce due nuove produzioni: “BLUESLANZ”, una mini raccolta di originali composizioni blues e “DYLANZ” un eccezionale tributo a Bob Dylan che completa il Trittico Lanzettiano.
A fine 2010, Cavalli Cocchi-Lanzetti- Roversi è il nome del Trio che Bernardo ha formato con i colleghi suddetti per registrare un nuovissimo album che vede anche la partecipazione di Steve Hackett (leggendaria chitarra dei Genesis) in uno dei brani originali.
Nel 2013, l’artista ha realizzato il “VOX 40”, un concerto/evento teso a celebrare i suoi quarant’anni nella musica. Nell’occasione Bernardo si è esibito anche con una piccola Orchestra Classico/Moderna e con il gruppo “Chocolate Kings”,  PFM Tribute Band.